martedì 7 settembre 2010

I GIALLI DEL VENTENNIO


La pagina che segnaliamo è dedicata ai “ gialli del ventennio”.

Le edizioni della Lanterna infatti ristampano, dopo una censura durata 70 anni, i romanzi polizieschi pubblicati da autori italiani duranti gli anni ruggenti del Fascismo. Coperti da una orrida censura antifascista  dal dopoguerra, sono accusati di essere stati strumento di propaganda del passato regime. In realtà, questi romanzi riprendono sì il comune sentire dell’ epoca, ma sono romanzi di fine qualità letteraria e sono gli ideatori di quel filone dei gialli all’ italiana che tanti successi stano cogliendo tuttora.

Lasciare in cantina i capostipiti di questo fortunato filone della letteratura popolare perché gli autori  sono “ impresentabili” nei salotti “buoni” della intelligentzia boldrinesca radical chic , ci sembra un atteggiamento anticulturale e una offesa all’ intelligenza degli Italiani.

Ne abbiamo stampati diversi e altri ne ripubblicheremo.

In fondo, è un tonico per la vitalità intellettuale, per una volta tanto, vedere i buoni  declamati dal Pensiero Unico ( usurai ebrei, anarchici assassini e terroristi, comunisti complici di crimini, partigiani traditori,  e così via..) nei panni dei cattivi e viceversa : imperdibili le inchieste del Commissario Schulke, una sorta di Sherlock  Holmes della polizia criminale tedesca dalle inguaribili simpatie nazionalsocialiste, oppure sobri , ma efficienti investigatori italiani che non si nutrono di pregiudizi antifascisti….

Un piacere intellettuale sopraffino, per ogni spirito anticonformista, una necessaria fuga rigenerante, lontano  dagli orizzonti asfittici e ossessionanti  delle parole d’ ordine del politically correct.

Letture accattivanti ( non cattive..) di gradevole qualità letteraria , ambientate in  un mondo che fu…. Per una volta, lasciateci sognare…

La pagina  con le proposte editoriali della Lanterna sul tema è la seguente :




Nessun commento:

Posta un commento